COSA HAI IN TESTA?

17 Nov

Louis Vuitton 2012

Ho sempre pensato che il cappello non fosse per tutti.
Ho sempre pensato che il cerchietto fosse un accessorio infantile.
Ho sempre pensato che questi accessori rendessero le donne un po’ snob.
Solo gli stupidi non cambiano idea!
Tutte le donne con una testa dovrebbero puntare l’attenzione dei loro interlocutori sul viso e sugli occhi. Dovrebbe essere così per tutte, peccato che troppo spesso gli occhi altrui siano distratti da altro.
Quanti si focalizzano su quello che dite? Partiamo sempre dal presupposto che avete una testa, la sapete usare e quello che dite è interessante, pertinente, simpatico. In qualche modo bisogna pure catalizzare l’attenzione altrui su di se…ecco allora la cravatta rossa per gli uomini di potere, il rossetto rosso per le donne in carriera, un copricapo stravagante o un cappello da diva, un cerchietto fuori dagli schemi o un paio di occhiali enormi e dalle forme geometriche.
Dite che funziona? Io sono una egocentrica (spero anche ironica) cavia di me stessa per questi esperimenti fashion.
Vediamo se riuscite a osservarmi nelle foto e continuare comunque a leggere quello che ho da dire.

Il cappello, sicuramente, è più versatile del cerchietto ed è da sempre un accessorio utile ed estremamente estetico, presente in commercio in tantissimi modelli e tessuti, usato in ogni stagione a seconda della temperatura, generalmente con lo scopo di riparare dal freddo, dalla pioggia o dal caldo, oppure per essere esibito come un semplice accessorio glamour.

Il cerchietto va bene alle elementari, dice mia mamma.
Una volta se dicevi cerchietto si pensava subito a favole o aloni rétro anni 60, ora al pronunciare la parola “handband” è subito revival. Semplicissimo o elaborato il cerchietto mette tutte d’accordo ai giorni nostri.

Gli occhiali da sole o da vista sono la normalità per chiunque. Lo stile di occhiali che intendo sono quelli che hanno un certo design, che da soli creano un outfit e si contraddistinguono per eccentricità, forma, colore o decor inteso come struttura 3D. Il mercato offre l’occhiale minimalista, ma veramente sofisticato, come quello più bizzarro e docorato, spesso di nicchia, ma sempre indossabile. Sì anche ai divertissment, ma un deciso no a tutto ciò che è estremo e grottesco. Questo è il mio preferito.

Prada 2012[/caption]

Il rossetto rosso? Elemento indiscusso di seduzione e fascino, veniva addirittura usato già dagli antichi Egizi sottoforma di hennè per colorare le labbra e anche Cleopatra, una delle più note seduttrici della storia, utilizzava un rossetto rosso ricavato dai pigmenti di coleotteri e formiche. Un prodotto di make-up oggi così popolare come il rossetto rosso veniva associato, nei primi anni del ‘900, a un concetto di volgarità perchè utilizzato soprattutto da attrici e prostitute. Dopo la seconda guerra mondiale il cinema l’ha riproposto ed è tornato in auge e da allora non è più passato di moda ed è il colore più amato dalle donne. Quale donna può resistere al rossetto rosso?

Cappello, occhiale, cerchietto e rossetto rosso…fatevi notare per la testa e per il fascino.
L’uomo?
“L’uomo può indossare ciò che vuole. Rimarrà sempre un accessorio della donna” Coco Chanel.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

The Spots Hunter

Saves the right places

Amù

Art Moves the World

Barbara Stella-MAKE UP ARTIST-

consulenza d'immagine e make up

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

CookieBeauty

beauty by yourself.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: