Once upon a time, una OFFICINA DI ARTE E PROFUMI.

20 Nov

Sono sempre di corsa. Nelle mie corse quotidiane non lascio mai nulla al caso, non mi faccio distrarre e i miei sensi sono sempre molto recettivi. Non mi scappa un look, da fashionista quale sono, non mi scappa un dettaglio e ho un senso dell’olfatto spiccatamente delicato. Un senso sempre attivo, anche quando il mio mondo mi gira attorno voracemente.

E’ il senso dei ricordi: del profumo della torta di mele di mia nonna, del viaggio in Egitto e delle sue spezie, del profumo incontaminato della pelle dei miei figli appena nati.
E’ il senso delle emozioni, del desiderio, della nostaglia, dell’energia.
E’ il senso dell’identità.
Chi di noi non compra i profumi largamente pubblicizzati sulle riviste e in televisione? Chi di noi non si lascia incuriosire prima dal contatto visivo di quello è rappresentato nella pubblicità e, forse, solo dopo dall’essenza del profumo.
Sbagliato soffermarsi su quello che vediamo.
Se imparassimo a dare uno spazio magico al nostro olfatto e chiudere gli occhi ogni volta che dobbiamo scegliere quel soffio di fragranza, che ci riscalda, che parla all’anima e ci avvolge?
Vorrei essere la maga delle spezie. Invece e purtroppo conosco solo quelle che mi hanno stregato. La cannella bruna e calda, l’anice stellato che mi dona riflessione, la menta fresca ed energizzante, il coriandolo sferico come la Terra per farmi vedere chiaro.

Sono una donna sensibile che adora la scia sensoriale,  che una fragranza ti lascia “addosso” in un secondo.

Un profumo di “Laboratorio Olfattivo” chiamato Alambar  è diventato il mio viaggio emozionale,  un tocco di note calde e intense che elettrizzano i sensi.(bergamotto, cacao, ambra, cannella, vaniglia).

Laboratorio Olfattivo” è  una profumeria di nicchia: una collezione di profumi in cui ricerca artistica e Arte del Profumo sono protagonisti assoluti.

Un progetto made in Italy concepito nel 2004 a Frascati (Roma), che dopo una lunga elaborazione è stato inaugurato nel 2009. La linea è nata per dare corpo alla passione di una vita dei direttori creativi, Roberto Drago e sua moglie, che sono cresciuti personalmente e professionalmente nel mondo della profumeria. Nel 2001 hanno creato la società Kaon, specializzata nella distribuzione di fragranze nella profumeria di nicchia. La collaborazione di “nasi” internazionali è fondamentale per la trasformazione in fragranza delle loro idee.

Ho avuto la grande opportunità di fare qualche domanda al direttore creativo di Laboratorio Olfattivo, il signor Roberto Drago.

Ogni Naso crea un proprio profumo. Cì sono delle linee guida che sottintendono a tutti i profumi oppure lasciate libertà all’ispirazione del naso?

“Assoluta libertà creativa. Noi scriviamo un testo evocativo e descrittivo, dando delle indicazioni su qualche ingrediente, poi lasciamo spazio alla creatività. Il nostro vuole essere un laboratorio, nel quale i nasi possono realmente dare spazio alla loro vena artistica. Abbiamo provato anche a individuare il nome di un profumo, senza ulteriori indicazioni, per vedere cosa poteva ispirare loro semplicemente un sostantivo”.

Esiste un profumo che ha dato inizio a tutto il percorso, cui siete particolarmente affezionati?

“Siamo particolarmente affezionati ai primi 4 (Cozumel, Alkemi, Daimiris, Alambar) che hanno rappresentato il vero inizio, dopo mille difficoltà e dubbi. Se devo specificarne uno, dico Cozumel, una fragranza che continua a stupirci per la sua attualità e per i nuovi consumatori, che conquista quotidianamente. Nei primi quattro profumi il filo conduttore è stata l’ambra. Amiamo questa nota e probabilmente usciremo in futuro con una nuova fragranza che tratterà questo ingrediente in un modo nuovo”.

Quali strumenti veri e propri servono per creare un profumo? Creatori di profumi, e quindi nasi, si nasce o si diventa?

“Materie prime, naturali o di sintesi e tanta, tanta creatività e sensibilità. Frequentando corsi e scuole si può imparare la tecnica, ma senza sensibilità , senza talento non si riuscirà a creare qualcosa che vado oltre l’ordinario”.

Un profumo si regala secondo Lei?

“Se si conosce il profumo che usa il destinatario si, altrimenti è un azzardo. Il profumo entra nella sfera privata, personale. Non ci si può elevare a ruolo di colui che decide “l’odore” che una persona deve indossare”.

Credo che nella scelta di una profumeria di nicchia ci voglia una forte determinazione, il coraggio di rischiare, l’intento di offrire una alta qualità del profumo. Servono altre qualità?

“La voglia di fare ricerca, una grande conoscenza del prodotto che si propone, la voglia di creare cultura olfattiva ma soprattutto tanta, tanta passione. Per creare un profumo ci vuole istinto, sensibilità, talento e, in più, la conoscenza degli strumenti da usare, calcoli, valutazioni oggettive. Un giusto mix di tutto questo, condito con l’amore per quello che si sta facendo. Poter dare vita a una propria linea di profumi, nel quale poter esprimere le proprie emozioni olfattive, il proprio modo di intendere il mondo dei profumi è una sensazione bellissima. E’ anche vero che ogni volta che mettiamo sul commercio un profumo non lo sentiamo più nostro, ma diventa del potenziale consumatore, del pubblico. I profumi sono nostri sino a quando li pensiamo, quando li testiamo e li abbiamo qui nel laboratorio. Non appena facciamo il lancio è come se li perdessimo un po’, ma abbiamo già nuovi progetti nei quali tuffarci”

Boccette semplici e minimaliste, una esperienza sensoriale consigliata per le percezioni olfattive che regala.

Quando ci si affaccia al mondo della profumeria artistica, non si torna più indietro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

The Spots Hunter

Saves the right places

Amù

Art Moves the World

Barbara Stella-MAKE UP ARTIST-

consulenza d'immagine e make up

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

CookieBeauty

beauty by yourself.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: