QUAL E’ IL VOSTRO DRESS CODE?

10 Dic

Come parli difficile mi ha detto qualche giorno fa’ una ragazza, dopo aver usato l’espressione “dress code”.
Chi è questo “sconosciuto”: il dress code è un insieme di regole che definisce l’abbigliamento appropriato per eventi o luoghi di socializzazione e incontro. Un abbigliamento consigliato, insomma.
Per prima cosa, non vediamolo come nemico, ma come alleato per non essere mai fuori luogo. Avere delle indicazioni in anticipo ci permette di non cadere nei due rischi più comuni, ovvero nell’abbigliamento “sotto tono” o, al contrario, essere vestite in modo molto più elegante del dovuto.
E’ buona norma leggere sempre un invito, sia esso per una cena, un aperitivo, un vernissage, una lettura pomeridiana o semplicemente un party per il compleanno dei vostri bambini. Sull’invito viene sempre riportato il luogo e l’ora dell’evento, tutte indicazioni molto importanti per trovare ispirazione nel vostro guardaroba.
Quali sono i “dress code” più gettonati?
abito scuro /cocktail dress
Indica un’occasione semi-formale. La regola vorrebbe lui in vestito nero o grigio antracite, camicia bianca, cravatta classica dai colori scuri. “Lei” potrà scegliere un abitino elegante, non necessariamente scuro oppure il classico “tailleur”. Nel dubbio, possiamo sempre indossare il classico tubino scuro, accessori ricercati a seconda dell’occasione. Di gran moda quest’anno pizzo e stampa barocco, se optate per questi tessuti non eccedere mai con accessori vistosi. Sono assolutamente da evitare minigonne inguinali e fantasie troppo eccentriche, come, ad esempio, vestiti “animalier”.

cravatta nera/ black tie – dinner jacket
imagesCAXC4BCI
Indica un’occasione elegante come serate di gala, prime di teatro e veglione di San Silvestro.
L’uomo dovrà indossare lo “smoking” e la signora l’abito da sera (ricordatevi che l’abito lungo va indossato solo dopo i 18 anni): abiti che vanno rigorosamente sfoggiati dopo le 20.00 e sono da lasciare nell’armadio per matrimoni, battesimi e qualsiasi tipo di cerimonia.
L’indicazione “cravatta nera” riportata sul cartoncino di invito, deve la dicitura al farfallino – papillon che è l’elemento fondamentale dello smoking, di colore nero, di seta o di raso. Il colore tradizionale dello smoking è il nero o il blu scuro (midnight blue, introdotto dal Duca di Windsor). Solo d’estate, specie nei ricevimenti all’aperto, si può indossare una giacca di colore bianco, purchè tutti gli altri elementi dello smoking rimangano invariati.

smart casual
Indicato per occasioni informali, ma che vogliono allo stesso tempo un abbigliamento curato. Ideale per i brunch domenicali, gite fuori porta, compleanni ed apertivi a casa di amici.
 La camicia è d’obbligo, ma i jeans e i mocassini rendono meno formale l’abbigliamento.
 La giacca è consigliata, ma si può giocare con il velluto e le rivisitazioni vintage ed abbinarla con maglioncini in cashmere o cotone leggero. Le fanciulle potranno optare per vestitini e scarpe basse, piuttosto che la camicia bianca con jeans.

dressy casual
Indicazione di ultima generazione. E’ la via di mezzo fra l’abito da cocktail e un abbigliamento ricercato ma informale. In altre parole, per non sbagliare, meglio evitare jeans, scarpe sportive e t- shirt.
dressy casual1

Queste sono tra i “dress code” maggiormente presenti sugli inviti…ce ne sono alcuni molto formali che lasciano un po’ a disagio, anche una fashion victim come me.
Esiste un dress code anche in fatto di colore: i classici…chic in bianco e nero, sexy in rosso fuoco per enfatizzare il vostro sex appeal, oro regale e quindi glitter, glamour e scintille.
L’intramontabile casual color: denim e bianco.
Ultimo, ma non per importanza, il blue note: direttamente dalle sfilate newyorkesi la parola d’ordine è il blu. Per il prossimo inverno il blu sarà il nuovo nero: colore eclettico da declinare su outfit casual o da gran sera.

la mia passione per i pois...marc and me!

la mia passione per i pois…marc and me!

La mia regola generale in queste occasioni? Niente eccessi, ma tanto buon senso e un minimo di attenzione alle regole del “vecchio galateo” che possono essere senz’altro attualizzate, ma con un certo garbo e stile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

The Spots Hunter

Saves the right places

Amù

Art Moves the World

Barbara Stella-MAKE UP ARTIST-

consulenza d'immagine e make up

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

CookieBeauty

beauty by yourself.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: