CELEBRATE

26 Dic

I want the whole world to celebrate.
Voglio che festeggi tutto il mondo.

Ogni fine anno si ripete la medesima storia: la corsa ai regali; le cene e i pranzi con i colleghi, con i parenti, con gli amici; in ogni angolo poi c’è qualcosa che suona, prima fra tutte la canzoncina “Santa Claus is coming to town”; i pandori sormontati da crema mascarpone, dolci farciti al limoncello, biscottini a forma di alberello e stellina; le lucine intermittenti appense in ogni dove e, non ultimo, per arricchire l’atmosfera natalizia, i pon pon sulle pantofole, il colore rosso dagli slip fino al cappottino per le feste!

A fine anno preferisco fare una proeizione di quello che mi aspetta, piuttosto che un consuntivo di quello che è accaduto.

Un salto in avanti. Come sarà la mia vita tra sei mesi?

377909_4671402274365_1328218367_n

Il destino, figlio del Caos e della Notte, è in agguato.
Per tutti.
Anche se razionalmente mi rendo conto che la cosa migliore che può capitarmi è che tra sei mesi non sia successo niente di nuovo, è difficile non sperare che invece cambi qualcosa.
Siamo marionette del destino, già tessuto, e pertanto al di sopra della nostra testa c’è la regola rigida del determinismo oppure ci immaginiamo esseri supremi, ciascuno a modo suo, in libero arbitrio?
Oscilliamo in genere dalla sensazione che la vita ci prenda nella sua corrente e ci trascini senza che si possa fare niente più che cercare di stare a galla, alla sensazione che forse, volendo, potremmo anche nuotare così vigorosamente da riuscire a sfruttare la corrente per andare dove noi vogliamo. Questa citazione l’ho letta in qualche libro e prontamente annotata, perché analizza esattamente la diatriba con una soluzione “a metà strada”. Mi sono scontrata talvolta con chi ha tentato di ribellarsi al destino, cercando soluzioni diverse, percorrendo strade sterrate e tortuose, confrontandosi con gli eventi e poi? Come il postino, anche il destino bussa sempre due volte! E allora come dice Kung Fu Panda… “Spesso ci si imbatte nel nostro destino proprio lungo la strada per evitarlo”.
Ci resta solamente “la via di mezzo”?
Ciò che ci accade è frutto di nostre libere scelte, con la consapevolezza che fato omnia fiunt, senza scordarsi che nam quoquo modo nos gesserimus, fiet tamen illud, quod futurum est. Traduco: tutto accade per il fato e…in qualunque modo ci siamo comportati, tuttavia avverrà ciò che deve avvenire.

Pensieri fugaci. I miei.

BUONE FESTE…col CUORE.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

The Spots Hunter

Saves the right places

Amù

Art Moves the World

Barbara Stella-MAKE UP ARTIST-

consulenza d'immagine e make up

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

CookieBeauty

beauty by yourself.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: