MEO FUSCIUNI: ARMONIA DI ARTE E POESIA

21 Gen

“Colui che dominava gli odori, dominava il cuore degli uomini” frase rubata dal libro “Il profumo” di Patrick Süskind.
A volte ci vuole un attimo per entrare in un cuore. Una folgore, uno sguardo e si è dentro. Il difficile è rimanervi e arredarlo con la propria presenza. Trovarvi uno spazio e saperlo riempire. Lo stesso vale per un profumo: non tutti ci appartengono, non tutti possono vivere sulla nostra pelle. Vi è mai capitato di rimanere stregati e fortemente travolti dalla forza di persuasione di un profumo a tal punto che continua ad alleggiare attorno a voi come l’aria che si respira? Notturno di Meo Fusciuni è avvolgente e sofisticato, ricercato e inafferabile, con quel tocco di spiritualità che vado solitamente a cercare nella vita: un accordo di rum, un ricordo di cene con gli amici, inchiostro, cuoio il custode della memoria, incenso e muschio. Un profumo dedicato alle ore della notte e alla ricerca interiore. O meglio per raccontarlo con le parole del creatore:
La corsa incessante nella notte: il buio che rimane l’opera meravigliosa che l’uomo raggiunge, correndo in se stesso, viaggiando continuamente senza sosta, frantumando ogni certezze della sua vita. Notturno nasce da un desiderio folle d’amore. Per la notte, la poesia, la ricerca ossessionata dell’architettura del cuore.

WP_002901

Giuseppe Imprezzabile è il creatore di questo ultimo profumo (ultimo ancora per poco) e di tre note di viaggio: la prima nasce a Instanbul, la seconda ispirata da un viaggio in Marocco e la terza è in onore alla sua terra di origine, la Sicilia, e ai suoi affetti.
Se c’è un’arte che viene sottovalutata è quella del profumo. Perchè di arte e poesia si parla con Meo Fusciuni. Ho avuto il grande onore di conoscerlo e intervistarlo: un uomo di talento in cui poesia e profumi si amalgamano in un consapevole e ricercato equilibrio di sensazioni olfattive ed emozioni dell’anima, tra ricordi, sogni e segreti. Il progetto Meo Fusciuni è a cura unicamente di due persone: Giuseppe Imprezzabile e Federica Castellani, art director.

DSCN1735

La tua Musa Ispiratrice è la tua terra d’origine, la Sicilia. Come avviene la scelta degli elementi che compongono i tuoi profumi? Partono dalla tua isola?
La Sicilia è stata la mia musa per la 3# nota di Viaggio, Ciavuru d’amuri, un lavoro dedicato a mia madre e a mia nonna. Ricordi d’infanzia, momenti precisi e ancora nitidi, emozioni viscerali della mia memoria olfattiva. Non penso ci sia una sola musa nel mio lavoro: Istanbul lo è stata nella 1# nota di viaggio e il Marocco nella 2# nota. In Notturno è stata la mia vita la musa ispiratrice, la mia voglia di rivivere la notte, di parlare con lei. Penso che il limbo della mia esistenza, nei suoi innumerevoli frammenti, sia la mia massima musa. Le essenze partono da tutto il mondo. Ogni essenza, se naturale arriva dal suo luogo d’origine, se non naturale da laboratori italiani o francesi.

ca90c08e1f8411e294a422000a1e8b07_7

Come e perchè si diventa un “aromatario”, un creatore di profumi o, meglio, di sensazioni olfattive?

Il termine aromatario, che ho preso in prestito da un libro che lessi tanti anni fa, è disegnato su me, sul mio legame con le piante, la natura, umana e vegetale, alchemica. Lega più aspetti della mia vita: l’erborista, l’antropologo fino a creatore di profumi. Non sono un naso o un vero profumiere; il mio percorso non è stato guidato da studi specifici nel settore, ho imparato e imparo tutti i giorni cose nuove che mi fanno arricchire sempre di più il mio bagaglio professionale. Il divenire un creatore di profumi è stato per destino. Un giorno usavo la mia cultura nella fitoterapia e nella medicina naturale per curare le persone nella mia erboristeria, oggi le essenze le uso per far sognare le persone, far rivivere aspetti nascosti della mia vita in un soffio. La vita è molto lunga e mi diverte il pensiero che lo studio di una materia o di nuovi percorsi, come quello della tecnicità di una creazione possano ancora avvenire, come sta succedendo da due anni e succederà ancora. Penso che mi piacerebbe passare del tempo in Francia, a studiare, ad affinare le percezioni olfattive. Ecco perché amo il termine aromatario, è un termine che disegna un ricercatore, più che una professione finita e circoscritta.

Il profumo ha una forza di persuasione più convincente delle parole, dell’apparenza, del sentimento e della volontà. Cosa ricerchi in un tuo profumo?

Ricerco la parola. Vivo di parole, sussurrate, urlate; la parola scritta è alla base del mio spirito, del mio lavoro di creazione di un profumo, che intendo dal momento della nascita nella mia mente all’elaborazione ricercata che Federica fa sulla materia che lo contiene, che lo veste. Il profumo riesce a tradurre ciò che vorrei scrivere in un libro, forse un giorno lo farò, è un sogno in un cassetto, sempre aperto. Ho scoperto legami incredibili della mente con il senso olfattivo, tanti anni fa quando credevo che solo il corpo e la parola potessero rappresentare e sconvolgere un animo, o anche il suono e la visione. Oggi invece credo che l’olfatto sia uno strumento incredibile di visione psichica.

WP_002899

Quale nota di fondo preferisci? Se non sbaglio è quella che rimane più a lungo.
Esatto. Io sono legato alle note di Incenso, Sandalo e Tabacco. Amo la gravità delle note di base: la loro forza, la loro combinazione. Amo il Patchouli che solitamente uso nei miei lavori, caldo, penetrante e mai troppo pungente.

Oltre la piramide olfattiva, tu ci metti poesia. Vuoi spiegarmi questo connubio?
Il termine è nato con l’uscita e il lavoro di Notturno, dove prima della piramide olfattiva è nata la piramide poetica.
Principi emotivi che mi hanno portato di conseguenza a una scelta quasi naturale delle note aromatiche, perché tutto alla fine va al suo posto: la poesia, i sentimenti, le essenze, i profumi. Non creo nulla senza viverne la parte poetica, non potrei mai farlo, nel mio lavoro l’anima è protagonista.

A cosa stai lavorando? Mi anticipi qualcosa sul tuo nuovo profumo…?
E’ ormai un anno che lavoriamo per concludere il ciclo della poesia iniziato con Notturno, il nuovo lavoro si chiamerà LUCE e uscirà il prossimo febbraio. Ma è presto per parlarne.

esposizione al WHITE BEAUTY gennaio 2013

esposizione al WHITE BEAUTY gennaio 2013

Cosa volevi fare da piccolo?
Penso lo scienziato, poi il chimico, poi il chitarrista e cantante in una band dark, poi l’attore nel teatro di ricerca, l’antropologo e l’erborista. Forse il sognatore. Ho fatto tutte queste cose, le ho fatte tutte perché ho sempre pensato che la vita è sogno, le ho fatte amando alla follia la passione che ci mettevo. Oggi sto facendo un lavoro che il destino mi ha messo in mano, senza programmazioni, senza avvisarmi e come ogni cosa della mia vita la vivo con passione.

Come ti vedi da grande?
Mi considerò già adulto, il presente è la mia maturità, le responsabilità che in passato non ho mai avuto, non solo responsabilità economiche, gestionali, ma anche intellettuali.

DSCN1731

Che donna indossa il tuo profumo?
Ogni mio profumo veste una donna diversa, come ogni uomo diverso. Ogni mio lavoro è un rito di passaggio, spesso da vivere e rivivere. Sogno di poter far sognare, ridere, piangere, pensare e distrarsi, cadere e risalire. Vorrei che la persona che indossa i miei lavori viva. Vorrei che ricercasse quell’attimo che cade, silenzioso, tra il profumo che arriva e l’emozione che nasce.

Grazie a Giuseppe e Federica. Meo Fusciuni è apparso recentemente su Vogue, il mio tempio della moda da quando ero una bambina.
Meo Fusciuni ora sul mio blog, Insoliti Contrasti. Un grazie di cuore.

526114_359708150775636_241012477_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Matt on Not-WordPress

Stuff and things.

The Spots Hunter

Saves the right places

Amù

Art Moves the World

Barbara Stella-MAKE UP ARTIST-

consulenza d'immagine e make up

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

CookieBeauty

beauty by yourself.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: